Ai Comuni 400 milioni per la “solidarietà alimentare”

E’ stata firmata ieri dal Capo del Dipartimento della Protezione civile Angelo Borrelli, l’Ordinanza n. 658 che dispone il riparto e l’erogazione ai comuni di 400 milioni di euro per la fornitura di buoni spesa e di generi alimentari o prodotti di prima necessità. I Comuni possono aggiungere risorse aprendo dei conti correnti dedicati per raccogliere donazioni (detraibili fiscalmente). Le somme sono destinate alle famiglie più esposte agli effetti economici derivanti dall’emergenza Covid-19. L’Ordinanza prevede che i servizi sociali di ogni comune individuino la platea dei beneficiari ed il relativo contributo ai singoli nuclei famigliari, con priorità per quelli che non siano già assegnatari di sostegno pubblico. I relativi acquisti, da parte dei comuni, sono effettuati in deroga al Codice degli appalti. In caso di esercizio provvisorio, per l’utilizzo delle risorse di cui sopra, sono autorizzate variazioni di bilancio da adottarsi con delibera di giunta. E’ altresì prevista la non applicazione alle spettanze per il 2020 delle sanzioni a carico degli enti che non hanno ancora inviato il questionario Sose o i dati di bilancio alla BDAP.

In allegato il testo dell’Ordinanza e relativo allegato:

Ordinanza 658 Protezione Civile

Vuoi un supporto per realizzare questa attività?

Scopri i nostri servizi

Vuoi approfondire questo tema?

Scopri i nostri corsi